Tags: 

É C O L E D E C O N D É


Scuola superiore privata
Ecole de Condé - Campus di Lione. La principale scuola privata di arte e design, in una delle città più dinamiche della Francia.
Il Campus di Lione dell'Ecole de Condé è una delle principali scuole d'arte e design nella vibrante città di Lione, rinomata per la sua scena creativa e culinaria. La scuola si trova nel quartiere universitario, in un garage convertito che fa parte del patrimonio architettonico industriale locale della città. Con una superficie di oltre 4.600 metri quadrati, l'edificio ospita strutture all'avanguardia e una splendida terrazza sul tetto con vista sulla città.


Ecco le sei immagini che sono state selezionate per il calendario Crane Art 2019:




GLI ARTISTI

Romarine Ronzon-Jaricot
è una giovane fotografa che vive a Lione. Grazie alla sua famiglia, ha avuto l'opportunità di conoscere diverse forme d'arte e si è trovata a fare la sua prima esperienza con la fotografia quando aveva 13 anni. Ha iniziato ufficialmente a studiare fotografia all'Ecole de Condé di Lione. Oggi, intende creare il suo universo attraverso questo media.

Camille Brasselet
ha sempre saputo di voler lavorare nell'arte. Originaria della Normandia, si è diplomata a Rouen e poi ha studiato arte alla Scuola di Belle Arti di Saint-Brieuc in Bretagna. In seguito, si è trasferita a Lione per proseguire la sua ricerca artistica e per concentrarsi sulla fotografia. Lavora anche per due riviste di Lione: Cacti e Gone. È sempre alla ricerca di creazioni, quindi abbozza e fissa le sue idee e i suoi progetti su carta. Passa anche molto tempo a scrivere.

Servane Clergue
è una studentessa del secondo anno del corso di laurea in fotografia all'Ecole de Condé. Appassionata di fotografia da qualche anno, è anche interessata alla pratica di diversi mezzi artistici. Per lei, la fotografia è un modo per andare oltre il visibile e cercare di raggiungere una certa verità presente in tutte le cose. Avendo iniziato con l'autoritratto, ora intende mostrare una parte di sé che è raramente visibile. È anche un modo per sperimentare associando la fotografia ad un'altra delle sue passioni, il disegno. Costantemente alla ricerca del suo rapporto con la fotografia, cerca di combinare la sua percezione con il suo bisogno di esprimersi praticamente.

Valentin Mariaud
è nato vicino a Lione e vi è cresciuto. Ha iniziato a studiare fotografia all'Ecole de Condé dopo aver fatto un anno di Arti Applicate. Usa la fotografia per riflettere sul mondo che lo circonda, per osservarlo e capirlo. Per lui, è necessario imparare ad osservare, ed esperienze con culture diverse possono affinare questa pratica. Il tempo trascorso a scattare è importante per lui perché rivela un certo sentimento, uno stato d'animo e una relazione con il mondo su cui la fotografia è costruita.

Marie-Amélie Saillet
è una fotografa di 19 anni. Attualmente studia fotografia all'Ecole de Condé in Francia. Per lei, la fotografia è un mezzo di espressione. Attraverso questo mezzo, le piace immortalare un momento, rivelare la personalità di un individuo e, soprattutto, accentuare l'importanza della luce.

Yasin Balanfat
Alla ricerca delle meraviglie interiori che possono svelare questo mondo, Yasin ha attraversato diversi mezzi ed esperienze per arrivare al mezzo fotografico, diversi anni dopo aver ottenuto la sua laurea nella sua città natale, Lione. La fotografia gli permette di catturare in momenti fugaci una metafora del cuore umano in un cliché. Ogni giorno si muove verso il suo obiettivo finale, il fotogiornalismo.

Mike Atoch
Cresciuto con un padre fotografo, questo mezzo continua ad affascinare Mike sempre di più. Dopo aver lasciato il liceo, ha preso la decisione di trasferirsi a Lione per iscriversi all'Ecole de Condé. Il suo obiettivo è quello di vivere attraverso la sua fotografia, sviluppando il suo proprio universo. Si interessa principalmente al reportage e alla fotografia di strada, che apprezza per la sua vastissima portata. Usa la fotografia come sua "seconda lingua".

Marion Fitzer
Nata in una famiglia di artisti, Marion si interessa alle arti visive fin dalla più tenera età. Ha superato un baccalaureato letterario, specializzandosi in Arti Visive. Ha continuato la sua carriera iscrivendosi a un corso di aggiornamento di un anno in Arti Applicate all'Ecole de Condé, che le ha permesso di scegliere le sue specializzazioni. Alla fine ha deciso di proseguire gli studi in fotografia, la sua prima passione, seguendo il suo ciclo superiore. Da 2 anni studia questo mezzo per sviluppare il suo occhio creativo e la sua percezione del mondo.

Quentin Domeignoz
è stato un fotografo autodidatta prima di entrare all'Ecole de Condé direttamente dopo aver conseguito la maturità. Gli aspetti tecnici della fotografia lo hanno sempre affascinato e il curriculum della scuola gli ha permesso di aprire la sua mente agli aspetti artistici che per lui rimangono più astratti. Ha creato la sua azienda parallelamente ai suoi studi per realizzare la sua passione, ma più precisamente per avere un'idea generale della professione di fotografo da un punto di vista personale, il che ha permesso di sviluppare notevolmente la maturità del suo lavoro.



Un ringraziamento alla scuola, allo staff di Fassi e a tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questa edizione del progetto.

Fassi Gru S.p.A. - Costruttore di gru articolate dal 1965

Fassi Gru è leader di mercato tra i produttori Italiani. La sua gamma di prodotti e il numero di gru vendute la pongono ai vertici tra i produttori mondiali di gru idrauliche.
La potenzialità produttiva è di circa 12000 gru all’anno. L’intera gamma è esportata e distribuita in tutto il mondo per una rapida e capillare distribuzione. Dal Canada alla Francia, dall’Inghilterra all’Australia, la professionalità Fassi si pone l’obiettivo di soddisfare le diverse necessità del mercato, spesso legate alle specifiche condizioni geografiche ed economiche delle singole nazioni.