Nevers-Magny Cours 2016
La stagione 2016 del WorldSBK è agli sgoccioli e con tre round da disputare Jonathan Rea ha già una mano sul titolo. Per centinaia di anni molta gente ha attraversato la Francia in cerca di un miracolo. Normalmente è Lourdes la meta dei pellegrini, ma in questo weekend sarà il circuito di Nevers-Magny Cours. Il collegamento è noto: Santa Bernadette Soubirous, che per prima raccontò l’apparizione di Lourdes è morta a Nevers, nei pressi del circuito. Con Jonathan Rea in vantaggio di 47 punti, Tom Sykes avrebbe bisogno di un intervento divino in questo weekend.

Sono ormai 18 mesi che Sykes è stato superato da Rea come team leader del Kawasaki Racing Team. Tuttavia non bisogna sottovalutare l’inglese che è velocissimo: “Mr Superpole” è il pilota più veloce della Superbike quando la moto funziona come vuole lui, ma quando la moto non è a posto, finisce alle spalle di Rea.

Il nordirlandese è altrettanto veloce, ma la differenza la fanno la costanza e l’adattabilità. Quando Sykes ha la moto in grado di vincere, lui vince, come dimostrano le sue cinque vittorie del 2016, ma se la moto non è in grado di vincere lui crolla, come dimostrato a Phillip Island. Nei round iniziali Sykes ha perso 29 punti ed ha passato la stagione nel tentativo di recuperarli.

Entrambi i piloti hanno due “zeri” in stagione, ma nelle altre gare Rea è sempre andato a podio, mettendo un’ipoteca sul titolo. Sykes, in tredici gare della stagione non è mai stato in partita, ma in ogni singola gara non sorprenderebbe vederlo vincere.

Il pilota dello Yorkshire ha bisogno di tirar fuori tutto il suo talento ancora una volta in questi ultimi tre round, se vuole vincere il suo secondo titolo. Alla fine ci vorrebbe un miracolo perché ciò si avveri e l’obiettivo di Sykes dovrebbe essere quello di seminare il dubbio nella mente di Rea per il prossimo anno. È dura vincere il titolo 2016 e sarà necessario da parte di Sykes un cambio di approccio se vuole ancora sfidarlo durante un intero campionato, un cambio di approccio alle gare che deve iniziare subito, a Magny-Cours.

Fassi Gru S.p.A. - Costruttore di gru articolate dal 1956

Fassi Gru è leader di mercato tra i produttori Italiani. La sua gamma di prodotti e il numero di gru vendute la pongono ai vertici tra i produttori mondiali di gru idrauliche.
La potenzialità produttiva è di circa 12000 gru all’anno. L’intera gamma è esportata e distribuita in tutto il mondo per una rapida e capillare distribuzione. Dal Canada alla Francia, dall’Inghilterra all’Australia, la professionalità Fassi si pone l’obiettivo di soddisfare le diverse necessità del mercato, spesso legate alle specifiche condizioni geografiche ed economiche delle singole nazioni.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze. Proseguendo la navigazione o cliccando su qualsiasi parte della pagina al loro utilizzo. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.