Le aspettative dei piloti alla vigilia del quarto round WorldSBK

FASSI official sponsor 2015 WSBK La conferenza stampa ufficiale del round olandese del Campionato Mondiale eni FIM Superbike si è tenuto di fronte ad un vasto pubblico oggi al TT Circuit Assen. Alcuni tra i protagonisti di questa edizione hanno detto la loro in vista delle due gare di domenica, già molto importanti per gli sviluppi della stagione. Due tra gli alfieri della categoria hanno ricevuto una particolare attenzione del pubblico, ovvero i due vincitori delle gare di Aragon, Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) e Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team), ai quali sono state fatte alcune domande via Twitter (#askWorldSBK) nonché dal vivo.

“La più grande differenza tra la moto usata lo scorso anno e la Kawasaki è il colore” ha commentato in torno scherzoso Rea. Davies ha invece spiegato il modo con cui ha celebrato il primo successo con Ducati, nonché il primo dell’era Panigale per il costruttore italiano: “Mi sono bevuto un bicchiere di vino rosso” ha ammesso il gallese, “ma vi garantisco che se andrà bene di nuovo questa domenica, ci sarà una festa al box 18”.

Tra i piloti presenti, Michael van der Mark è ovviamente quello che ha ottenuto il benvenuto più caloroso. Il Campione del Mondo Supersport in carica, infatti, proverà infatti a regalare delle soddisfazioni al pubblico olandese anche se “sceglierei di vincere il titolo se la scelta fosse tra questo ed il successo nella gara di casa. Ad ogni modo, farò del mio meglio per conquistare un buon risultato qui!” ha commentato il giovane di Rotterdam.

Se il compagno di squadra van der Mark, Sylvain Guintoli, ha nuovamente affermato che c’è del lavoro da fare dal suo lato del box Paga Honda, Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia) si è detto non sorpreso del buon livello raggiunto alla sua prima trasferta di ritorno nella squadra che lo ha visto vincitore del titolo STK1000 nel 2010.

Fassi Gru S.p.A. - Costruttore di gru articolate dal 1956

Fassi Gru è leader di mercato tra i produttori Italiani. La sua gamma di prodotti e il numero di gru vendute la pongono ai vertici tra i produttori mondiali di gru idrauliche.
La potenzialità produttiva è di circa 12000 gru all’anno. L’intera gamma è esportata e distribuita in tutto il mondo per una rapida e capillare distribuzione. Dal Canada alla Francia, dall’Inghilterra all’Australia, la professionalità Fassi si pone l’obiettivo di soddisfare le diverse necessità del mercato, spesso legate alle specifiche condizioni geografiche ed economiche delle singole nazioni.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze. Proseguendo la navigazione o cliccando su qualsiasi parte della pagina al loro utilizzo. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.