Gru Fassi posa telescopio cinese

Dome-Argus AST3-1 telescope siteUNA GRU FASSI MODELLO "F155A.0.22 ACTIVE" POSA IL TELESCOPIO CINESE AST3-1 IN ANTARTIDE
 
L'efficienza delle gru Fassi in condizioni climatiche difficili, è sempre una componente essenziale per valutarne la qualità tecnologica. Ma quando queste condizioni diventa estrema, quasi "impossibili", il clima si trasforma in un vero e proprio laboratorio a cielo aperto che testa l'affidabilità delle macchine e sistemi messi a punto dall'azienda italiana.

Le gru protagoniste della missione polare cinese presso la base di Kunlun, sono il modello "F110AC.0.22 active" e il modello "F155AC.0.22 active" allestite sul retro di due trattori cingolati. Questi veicoli sono stati forniti dalla compagnia William Adams Pty Ltd, dealer australiano Caterpillar negli stati di Victoria e specializzato nell'adattamento di trattori e di macchinari per usi in codizioni polari. William Adams Pty Ltd ha sede ad Hobart in Tasmania e serve clienti internazionali che operano in Antartide.
 
Dome Argus, il punto più alto sul Plateau Antartico, è oggi sede di un robot mezzo metro di lunghezza ovvero il telescopio chiamato AST3-1, uno dei tre previsti per l'Osservatorio Plateau o Plato-A. La combinazione di tre telescopi darà agli astronomi la possibilità di caccia di pianeti delle dimensioni di Terra intorno ad altre stelle, trovare supernovaes utili per studi cosmologici e scoperte future altre in astrofisica.
 
Il AST3-1 ha una "charge-coupled device" (CCD) telecamera di 110 megapixel - una dimensione senza precedenti per un rivelatore a pezzo unico. Professor Michael Ashley, capo della squadra dell'Università di New South Wales responsabile PLATO-A, ha detto: "Questo è un risultato stupefacente. Uno telescopio stand-alone nell'ambiente incontaminato dell'Antartide può condurre una ricerca scientifica che sarebbe altrimenti possibile solo dallo spazio, ma ad un costo molto più economico. "
 
Fassi loader crane unloading AST3-1 telescopeL'osservatorio è completamente autonomo, e dispone sul posto di un computer per analizzare la grande quantità di dati forniti dai telescopi e raccogliere eventi transitori, come supernovae e lampi di raggi gamma.
Uno sforzo congiunto tra l'ente che gestisce gli osservatori astronomi cinesi (NAOC), l'instituto cinese delle ricerche polari (PRIC) e l'università australiana del del Galles del sud (UNSW). I telescopi devono sopportare l'ambiente più difficile sulla terra. Prof. Cui Xiangqun dell'Istituto astronomico di Nanchino Optics Technology (NIAOT) descrive le sfide: "La temperatura invernale può oltrepassare i meno 80 gradi Celsius, e la pressione dell'aria è appena la metà del livello del mare.

L'attrezzatura deve essere in grado di impedire l'accumularsi del ghiaccio sulle superfici a specchio e sulla struttura di supporto telescopio." I membri del team dicono che i dati raccolti finora da PLATO-A confermano che il sito Dome Argus, con il suo freddo, con la sua aria secca e con l'atmosfera incredibilmente stabile, è probabilmente il miglior sito per la creazione di futuri osservatori astronomici terrestri.

Fassi Gru S.p.A. - Costruttore di gru articolate dal 1956

Fassi Gru è leader di mercato tra i produttori Italiani. La sua gamma di prodotti e il numero di gru vendute la pone ai vertici tra i produttori mondiali di gru idrauliche.
La potenzialità produttiva è di circa 12000 gru all’anno. L’intera gamma è esportata e distribuita in tutto il mondo per una rapida e capillare distribuzione. Dal Canada alla Francia, dall’Inghilterra all’Australia, la professionalità Fassi si pone l’obiettivo di soddisfare le diverse necessità del mercato, spesso legate alle specifiche condizioni geografiche ed economiche delle singole nazioni.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze. Proseguendo la navigazione o cliccando su qualsiasi parte della pagina al loro utilizzo. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.