Tags: 

Una gru articolata Fassi F425RA.2.24 e-dynamic sul Monte Bianco

Fassi F425RA.2.24 Mont Blanc Val d'Aosta - Aprile 2015. Una Fassi F425RA e-dynamic con jib, verricello e cestello ha dato un contributo fondamentale a montare l’ultima stazione di arrivo della nuova Funivia del Monte Bianco, a 3466 metri di altitudine. A giugno la nuova Funivia del Monte Bianco entrerà in funzione. Un grande progetto, con un investimento di 105 milioni di euro in quattro anni, per la costruzione di due nuovi impianti funiviari:
partenza da Pontal d’Entrèves vicino all’autostrada e arrivo a Punta Helbronner a 3.466 metri.

Quest’opera avveniristica è stata realizzata del consorzio Cordée Mont Blanc per conto di Funivie Monte Bianco Spa; la capogruppo del consorzio è la Cogeis Spa, storica azienda canavese specializzata nella realizzazione di grandi opere in Italia e all’estero. È stata proprio Cogeis a scegliere Fassi Gru come partner tecnologico, grazie anche al decisivo supporto della Filiale di Torino del gruppo industriale bergamasco, e del suo responsabile Marco Linguanotto, nelle fasi della scelta tecnica.

“Si è cercata una configurazione della gru che potesse soddisfare le particolari esigenze del cantiere, sfruttando al massimo la versatilità della macchina - spiega Rossano Ceresoli, Responsabile ricerca e sviluppo di Fassi Gru -. Oltre all’impiego nel cantiere del Monte Bianco, il cliente aveva infatti richiesto la possibilità di una successiva installazione su un veicolo industriale. È così che abbiamo individuato nel modello Fassi F425RA.2.24 e-dynamic abbinato al jib L324, dotato di verricello e cestello, la soluzione migliore”.

L’esigenza del cantiere in quota era di poter disporre di un’attrezzatura che permettesse di eseguire i lavori di completamento della posa delle strutture di metallo della stazione e di movimentazione dei materiali in loco. Con l’avanzare dei lavori la Fassi F425RA si è fatta apprezzare per una serie di altre opportunità operative: per esempio, quando il vento soffiava a oltre 70 km/h, eventualità non rara visto che arriva anche a 150 km/h, le gru edili si bloccavano e si poteva continuare a lavorare proprio grazie alla gru Fassi.
I lavori sono iniziati nell’aprile del 2011 e già l’anno successivo la F425RA e-dynamic era operativa: la prima installazione era presso il pozzo che è stato scavato per creare la sede dell’ascensore che collega la stazione di arrivo di Punta Helbronner al Nuovo Rifugio Torino che si trova un centinaio di metri più in basso. Infatti, uno dei vantaggi è la rapidità di spostamento nei luoghi dove era richiesto il suo intervento, così la Fassi è stata poi installata nella parte superiore della struttura, dove con il verricello è stata di valido aiuto per l’esecuzione delle gettate di cemento e l’installazione delle prime armature di acciaio. Ha quindi seguito la costruzione della stazione, che è strutturata su due piani, spostandosi sempre sul piano superiore man mano queste erano in fase di ultimazione. Fondamentale è stato quindi il suo contributo anche nelle operazioni di posa delle putrelle e delle traverse di acciaio.

Durante le pause invernali la gru è rimasta all’aperto coperta da un telone a temperature anche di -30°C, ma non ha mai dato problemi: alla ripresa dei lavori è sempre stata pronta, come del resto ogni mattina, anche dopo le peggiori tempeste.
Per le fasi finali, la gru Fassi F425RA è stata allestita con il cestello per il serraggio dei bulloni, posa dei serramenti e dei pannelli solari. Un’altra serie di operazioni nelle quali si è dimostrata la soluzione ideale, semplificando gli interventi e dimezzando i tempi di lavoro.
Un’ennesima bella storia italiana, fatta di bellezze paesaggistiche, ingegno e capacità di fare, con le nostre aziende e la Fassi F425RA.2.24 e-dynamic ottimi protagonisti.

Fassi Gru S.p.A. - Costruttore di gru articolate dal 1956

Fassi Gru è leader di mercato tra i produttori Italiani. La sua gamma di prodotti e il numero di gru vendute la pone ai vertici tra i produttori mondiali di gru idrauliche.
La potenzialità produttiva è di circa 12000 gru all’anno. L’intera gamma è esportata e distribuita in tutto il mondo per una rapida e capillare distribuzione. Dal Canada alla Francia, dall’Inghilterra all’Australia, la professionalità Fassi si pone l’obiettivo di soddisfare le diverse necessità del mercato, spesso legate alle specifiche condizioni geografiche ed economiche delle singole nazioni.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze. Proseguendo la navigazione o cliccando su qualsiasi parte della pagina al loro utilizzo. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.